Carlo Rossella

Sul valore della laurea a Pavia ha detto: “Fu proprio alla Facoltà di Economia che nacque la mia passione per il mondo. Non sono stato uno studente modello ma gli insegnamenti ricevuti mi sono serviti nel mio mestiere di giornalista perché mi hanno dato le chiavi di lettura per comprendere e interpretare la realtà”.

 

È laureato in Economia e Commercio.

Nel 1969 ha iniziato la sua carriera giornalistica a “La Stampa”, nella sezione attualità.

E’ passato a “Panorama” come inviato di politica e di cultura, coprendo i più importanti avvenimenti italiani, dal terrorismo alle vicende politiche dell’eurocomunismo. Nel 1978 è diventato inviato di politica estera, coprendo guerre e crisi dal Medio Oriente all’Africa, ai paesi oggi ex socialisti e all’America Latina.

Nel gennaio 1991 è stato nominato direttore di “Stampa Sera”.

Nello stesso anno la Mondadori gli ha conferito il ruolo di vice direttore vicario di “Panorama”.

Nel 1994 la Rai lo ha nominato direttore del TG1.

Nel 1996 l’avvocato Giovanni Agnelli lo ha chiamato alla direzione de “La Stampa”.

Nel settembre del 1998 si è trasferito a Washington come editorialista internazionale per lo stesso giornale.

A partire dal 2000 è stato direttore responsabile del settimanale Panorama.

Da novembre 2004 a luglio 2007 è stato direttore del TG5.

A luglio 2007 è stato nominato Presidente della casa di produzione e distribuzione cinematografica “Medusa Film”.

Nella sua carriera ha vinto premi giornalistici prestigiosi: il premio Saint

Vincent, il premio Modena, il Premiolino, il premio Ischia per la Tv e il premio giornalistico Casalegno.

Ha pubblicato per la Mondadori tre libri di racconti: “Miami”, “Grand Hotel”, “Tango e Vodka”.

E’ collaboratore de “Il Foglio”, “La Stampa” e “Prima Comunicazione”.

E’ editorialista di politica internazionale per Radio Montecarlo.

E’ Presidente dell’Associazione Laureati dell’Università di Pavia.

 


Torna alla pagina Volti di Laureati